ELENA CATTANEO A LUCCA, PER PARLARE DI OGM

Sarà la scienziata, docente universitaria e senatrice a vita Elena Cattaneo la prossima ospite degli appuntamenti culturali organizzati dalla Croce Verde P.A. di Lucca. La conferenza, dal titolo “OGM: vietare per superstizione, importare per necessità”, si terrà sabato 16 giugno, alle ore 18.00, presso la Sala Ademollo del Palazzo della Provincia di Lucca (Palazzo Ducale).

La conferenza tratterà questioni di estrema attualità e al centro del dibattito scientifico e pubblico, anche alla luce dei recenti provvedimenti adottati a livello europeo: la coltivazione e l’utilizzo di OGM (organismi geneticamente modificati), le possibilità derivanti dalla loro commercializzazione, l’atteggiamento dell’opinione pubblica e dei governi nazionali nei confronti di tali novità.

A condurre l’incontro il lucchese Luca Pagani, giovane ricercatore di Antropologia Molecolare presso l’Università di Padova, con esperienza di ricerca a Cambridge e in Estonia.

Il convegno fa parte del ciclo di incontri dal titolo “Intrecci. La bellezza del conoscere”, organizzato dalla Commissione Cultura dell’associazione per promuovere la cultura nella città e dibattere di temi di centrale interesse pubblico. Tutta la cittadinanza è invitata a questo evento di alto livello, patrocinato da Comune e Provincia di Lucca.

Elena Cattaneo, Neurobiologa italiana, ricercatrice, ha condotto studi su cellule staminali e malattie neurodegenerative Dopo alcuni anni al MIT, ha avviato il suo primo laboratorio all’interno del Dipartimento di Scienze Farmacologiche dell’Università degli Studi di Milano, dove dal 2003 è docente. Direttrice del Centro di Ricerca sulle Cellule Staminali, UniStem, dal 2009 è coordinatrice del progetto europeo NeuroStemcell, finanziato nell’ambito del 7° Programma Quadro della Ricerca Europea. È stata rappresentante nazionale presso l’Unione europea per la ricerca Genomica e biotecnologica ed ha ricevuto diversi riconoscimenti alla carriera, tra cui la nomina a senatrice a vita nel 2013. Negli ultimi anni si è impegnata attivamente nell’attività di divulgazione scientifica, schierandosi pubblicamente in favore dell’uso nelle attività di ricerca delle cellule staminali embrionali.

Luca Pagani, lucchese, laureato alla Scuola Normale Superiore di Pisa, è ricercatore di Antropologia Molecolare presso l’Università di Padova. Ha lavorato come biologo molecolare a Cambridge e come ricercatore senior in Genetica di Popolazioni Umane presso l’Estonian Biocentre di Tartu, Estonia.